Link utili:  TCP: il sito Italiano più importante dedicato alle motociclette Triumph

Segui TCP su:

Benvenuto su Triumphchepassione, il Forum Triumph più attivo d' Italia!

Sei nuovo del Forum? LEGGI IL REGOLAMENTO e PRESENTATI in questa sezione. Non sai usare il Forum? Ecco una semplice GUIDA.


Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
Like Tree9Likes

Discussione: MV F3 800

  1. #1
    Presidente Speed Four Club L'avatar di Smash82
    Data Registrazione
    24/10/08
    Località
    ROME
    Moto
    STREET TRIPLE R CRYSTAL WHITE,ex SPEED4 NEON BLUE
    Messaggi
    5,218

    MV F3 800

    a voi la parola...

    S1m0ne75 likes this.
    ...il buon meccanico è quello che risolve i problemi non quello che dice di saperlo fare...

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    TCP Rider Senior L'avatar di urasch
    Data Registrazione
    15/09/08
    Località
    CONVERSANO(BARI)
    Moto
    EX"urasch" SPEED TRIPLE 1050 2007 EX SPEED 2012 ORA KTM SD 1290 R
    Messaggi
    48,370
    che bella...
    Io ho scelto di essere l'eccezione, non la regola.
    "Perché le regole son belle e vanno bene,
    ma poi son le eccezioni che ci fanno innamorare".

  4. #3
    TCP Rider L'avatar di jusspeed
    Data Registrazione
    06/09/06
    Località
    balangero
    Moto
    daytona955 work in progres...tuono1000...gasgas450
    Messaggi
    1,530
    non so perchè ma mi sembra sempre che la recensione di queste moto siano tutte uguali...
    D74 and SteekHutzee like this.

  5. #4
    TCP Rider Senior L'avatar di S1m0ne75
    Data Registrazione
    11/08/08
    Località
    Villaggio pinguino
    Messaggi
    30,552
    ...per questa potrei tradire la ducati!!

  6. #5
    TCP Rider L'avatar di gabri1050
    Data Registrazione
    23/07/10
    Località
    Genoa
    Moto
    Ex Speed 1050 '07; Streetfighter 848
    Messaggi
    817
    Citazione Originariamente Scritto da S1m0ne75 Visualizza Messaggio
    ...per questa potrei tradire la ducati!!
    io ancora non me la sento

  7. #6
    TCP Rider L'avatar di Sax-frozen mind
    Data Registrazione
    15/01/13
    Località
    montruccio DOC
    Moto
    Day rossissima
    Messaggi
    2,164
    basta tentare le gente senza soldi......siete crudeli
    Con orgoglio,cartellinato di giallo dal Dott. Warsteiner

  8. #7
    TCP Rider Senior L'avatar di S1m0ne75
    Data Registrazione
    11/08/08
    Località
    Villaggio pinguino
    Messaggi
    30,552
    Citazione Originariamente Scritto da gabri1050 Visualizza Messaggio
    io ancora non me la sento
    ...quello è sicuro ...ho montato i termignoni a fetta di salame questa settimana ,difficile ora cambiare!!
    gabri1050 likes this.

  9. #8
    TCP Rider Senior L'avatar di manu for rent
    Data Registrazione
    10/07/10
    Località
    Manchester
    Moto
    2003 GA
    Messaggi
    9,331


    up
    S1m0ne75 likes this.
    🏆 🏆 🏆 🏆 🏆 🏆 🏆

  10. #9
    TCP Rider L'avatar di sagyttar
    Data Registrazione
    11/03/09
    Località
    Mantova
    Moto
    Daytona 675 Black "Dajsuke"
    Messaggi
    4,601
    Senza aver ascoltato la recensione del pilota/giornalista, che non sarà dissimile da quelle sempre molto lusinghiere di tutte le altre testate, posso dirvi la mia impressione dopo averla provata per circa 15 minuti sulla pista di Misano Adriatico.

    Esteticamente e da fermo la moto si presenta SPLENDIDA; non importa se da 15 anni utilizzano lo stesso disegno, il fatto è che si tratta di una linea senza tempo, non invecchia mai, è diventato il suo marchio di fabbrica, invidiato da tutte le altre case motociclistiche che ovviamente non la possono scopiazzare, e personalmente non concepirei una F3 o F4 disegnata diversamente, lo vedi a km di distanza che si tratta di una MV e questo vuol dire tantissimo.

    Andiamo all'aspetto dinamico: una volta salito in sella la moto si presenta (per le mie dimensioni - sono alto 180cm per 83Kg quindi non un fantino) piccola e stretta, con una posizione di guida abbastanza caricata in avanti, pedane belle arretrate, ampia sella, pedane finalmente dotate del giusto grip e larghe abbastanza per ospitare il mio 43 con impostazione a papera.
    Muoviamoci, suvvìa, che per l'occasione quel giorno il nostro apripista era il signor Marco Lucchinelli in persona! ......... e difatti per cercare di star dietro a cotanto manico molte impressioni secondarie come il rumore del motore o la funzionalità dei comandi sui blocchetti sono rimaste ai box.
    Questo 800 tricilindrico è davvero un gran bel motore, prende i giri dai medio bassi con grande convinzione senza intimorire troppo e agli alti è una belva assetata di sangue e rettilinei, in cui scaricare violentemente tutte le marce con l'aiuto del cambio elettronico, efficace ma un po' brusco nei passaggi di marcia quando ci si tira dentro fino al limitatore.
    Ed eccomi alla prima frenata importante all'ingresso del curvone a sinistra della quercia: considerato che quel "maledetto apripista" ci ha costretti a buttare dentro fino alla 5a a gas spalancato, direi che prima di pinzare andavo abbondantemente oltre i 220 effettivi (purtroppo la leggibilità del Dashboard è pessima e le informazioni sparse qua e là).
    La risposta delle pinze Brembo al tocco della leva si è rivelato troppo, troppo aggressivo, cosa che mi ha messo in difficoltà per tutta la durata del turno: in pratica la moto frena come una maledetta al solo sfiorare della leva e poi dosarne la potenza diventa un lavoro di fino adatto ad un chirurgo e non ad un macellaio come me che amo stringere la leva con la stessa forza con cui strizzo........ chi ha orecchie per intendere, intenda.
    Giù in piega! e a momenti mi trovo oltre il cordolo interno. Merito o colpa (a seconda delle preferenze) dell'albero motore controrotante che riduce parecchio il momento di stabilità giroscopico della moto, rendendola sensibilissima ad ogni variazione di pressione su pedane e semimanubri. Diciamo però che una volta trovato il giusto approccio, una volta che hai sbattuto la moto in traiettoria, la stessa viene mantenuta più che bene e con un certo senso di sicurezza, nonostante abbia fatto una fatica pazzesca a trovare una posizione ideale durante tutte le curve. Come detto prima, la moto è piccola, talmente piccola che nel mio caso non riuscivo mai a trovare l'appoggio sul serbatoio per il braccio esterno alla curva, trovandomi così sempre in una posizione un po' precaria (o almeno così mi sembrava) che mi impediva di dare più confidenza alla moto.
    L'usicta dalla curva invece è un vero divertimento, perchè si può spalancare il gas senza pensarci troppo (vabbeh l'elettronica era tarata su un TC ad un prudenziale livello 6) e godere del motore che comincia ad urlare e macinare asfalto quasi come un mille e poi di nuovo l'esperienza molto positiva di presentarsi al tramonto con moto piegata e pinze in mano e sentire che la F3 non si scompone, entra decisa percorre in sicurezza la curva e si lascia violentare fino all'ingresso del curvone, che a me fa sempre cagare nelle mutande e che lei invece percorre con imperturbabile stabilità.
    In defintiva una gran moto, nettamente migliore della sorellina 675 (che sembra una R6 - asmatica ai medi e potente in alto) e in grado di mettere sotto anche qualche millone.
    I difetti peggiori li ho riscontrati nella scarsa modulabilità della frenata e alla quasi inutilità del cruscotto: il bargraph del contagiri non ti fa capire a che regime sei, l'indicatore della marcia inserita è troppo piccolo e bisogna andarlo a cercare con lo sguardo (se non ricordo male in basso a sinistra) l'unica cosa evidente è l'indicazione della velocità, ma è troppo poco secondo me) e per ultima la protezione aerodinamica quasi inesistente.
    Tutti pareri strettamente personali, perchè non sono un giornalista, non sono un tester professionista e i miei gidizi si basano sulle mie esigenze di guida: infatti al turno successivo avevo provato la F4R e mi ci ero trovato nettamente meglio............
    Che culo....... ho le gambe aperte (Cit. Bella)

    Anche la bestia più feroce conosce un minimo di pietà. Ma io non ne conosco, perciò non sono una bestia. (W.S)

  11. #10
    TCP Rider L'avatar di Sax-frozen mind
    Data Registrazione
    15/01/13
    Località
    montruccio DOC
    Moto
    Day rossissima
    Messaggi
    2,164
    Citazione Originariamente Scritto da sagyttar Visualizza Messaggio
    Senza aver ascoltato la recensione del pilota/giornalista, che non sarà dissimile da quelle sempre molto lusinghiere di tutte le altre testate, posso dirvi la mia impressione dopo averla provata per circa 15 minuti sulla pista di Misano Adriatico.

    Esteticamente e da fermo la moto si presenta SPLENDIDA; non importa se da 15 anni utilizzano lo stesso disegno, il fatto è che si tratta di una linea senza tempo, non invecchia mai, è diventato il suo marchio di fabbrica, invidiato da tutte le altre case motociclistiche che ovviamente non la possono scopiazzare, e personalmente non concepirei una F3 o F4 disegnata diversamente, lo vedi a km di distanza che si tratta di una MV e questo vuol dire tantissimo.

    Andiamo all'aspetto dinamico: una volta salito in sella la moto si presenta (per le mie dimensioni - sono alto 180cm per 83Kg quindi non un fantino) piccola e stretta, con una posizione di guida abbastanza caricata in avanti, pedane belle arretrate, ampia sella, pedane finalmente dotate del giusto grip e larghe abbastanza per ospitare il mio 43 con impostazione a papera.
    Muoviamoci, suvvìa, che per l'occasione quel giorno il nostro apripista era il signor Marco Lucchinelli in persona! ......... e difatti per cercare di star dietro a cotanto manico molte impressioni secondarie come il rumore del motore o la funzionalità dei comandi sui blocchetti sono rimaste ai box.
    Questo 800 tricilindrico è davvero un gran bel motore, prende i giri dai medio bassi con grande convinzione senza intimorire troppo e agli alti è una belva assetata di sangue e rettilinei, in cui scaricare violentemente tutte le marce con l'aiuto del cambio elettronico, efficace ma un po' brusco nei passaggi di marcia quando ci si tira dentro fino al limitatore.
    Ed eccomi alla prima frenata importante all'ingresso del curvone a sinistra della quercia: considerato che quel "maledetto apripista" ci ha costretti a buttare dentro fino alla 5a a gas spalancato, direi che prima di pinzare andavo abbondantemente oltre i 220 effettivi (purtroppo la leggibilità del Dashboard è pessima e le informazioni sparse qua e là).
    La risposta delle pinze Brembo al tocco della leva si è rivelato troppo, troppo aggressivo, cosa che mi ha messo in difficoltà per tutta la durata del turno: in pratica la moto frena come una maledetta al solo sfiorare della leva e poi dosarne la potenza diventa un lavoro di fino adatto ad un chirurgo e non ad un macellaio come me che amo stringere la leva con la stessa forza con cui strizzo........ chi ha orecchie per intendere, intenda.
    Giù in piega! e a momenti mi trovo oltre il cordolo interno. Merito o colpa (a seconda delle preferenze) dell'albero motore controrotante che riduce parecchio il momento di stabilità giroscopico della moto, rendendola sensibilissima ad ogni variazione di pressione su pedane e semimanubri. Diciamo però che una volta trovato il giusto approccio, una volta che hai sbattuto la moto in traiettoria, la stessa viene mantenuta più che bene e con un certo senso di sicurezza, nonostante abbia fatto una fatica pazzesca a trovare una posizione ideale durante tutte le curve. Come detto prima, la moto è piccola, talmente piccola che nel mio caso non riuscivo mai a trovare l'appoggio sul serbatoio per il braccio esterno alla curva, trovandomi così sempre in una posizione un po' precaria (o almeno così mi sembrava) che mi impediva di dare più confidenza alla moto.
    L'usicta dalla curva invece è un vero divertimento, perchè si può spalancare il gas senza pensarci troppo (vabbeh l'elettronica era tarata su un TC ad un prudenziale livello 6) e godere del motore che comincia ad urlare e macinare asfalto quasi come un mille e poi di nuovo l'esperienza molto positiva di presentarsi al tramonto con moto piegata e pinze in mano e sentire che la F3 non si scompone, entra decisa percorre in sicurezza la curva e si lascia violentare fino all'ingresso del curvone, che a me fa sempre cagare nelle mutande e che lei invece percorre con imperturbabile stabilità.
    In defintiva una gran moto, nettamente migliore della sorellina 675 (che sembra una R6 - asmatica ai medi e potente in alto) e in grado di mettere sotto anche qualche millone.
    I difetti peggiori li ho riscontrati nella scarsa modulabilità della frenata e alla quasi inutilità del cruscotto: il bargraph del contagiri non ti fa capire a che regime sei, l'indicatore della marcia inserita è troppo piccolo e bisogna andarlo a cercare con lo sguardo (se non ricordo male in basso a sinistra) l'unica cosa evidente è l'indicazione della velocità, ma è troppo poco secondo me) e per ultima la protezione aerodinamica quasi inesistente.
    Tutti pareri strettamente personali, perchè non sono un giornalista, non sono un tester professionista e i miei gidizi si basano sulle mie esigenze di guida: infatti al turno successivo avevo provato la F4R e mi ci ero trovato nettamente meglio............
    tanto di cappello........così si recensisce dio bo.............................
    Con orgoglio,cartellinato di giallo dal Dott. Warsteiner

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •