Link utili:  Sito TCP - Store Triumphchepassione - Regolamento del Forum - Pubblicità su TCP

Segui TCP su:

Benvenuto su Triumphchepassione, il Forum Triumph più attivo d' Italia!

Sei nuovo del Forum? LEGGI IL REGOLAMENTO e PRESENTATI in questa sezione. Non sai usare il Forum? Ecco una semplice GUIDA.

___


Pagina 428 di 565 PrimaPrima ... 328378418424425426427428429430431432438478528 ... UltimaUltima
Risultati da 4,271 a 4,280 di 5646
Like Tree2301Likes

Discussione: CORONAVIRUS: aggiornamenti

  1. #4271
    TCP Rider Senior L'avatar di flag
    Data Registrazione
    05/07/09
    Località
    cittadino del mondo...domiciliato nell'urbe
    Moto
    Sprint st 1050 my 2009 "Nike" KTM EXC 400 my 2005 "fanta"
    Messaggi
    35,314
    Citazione Originariamente Scritto da massimio Visualizza Messaggio
    ma jpmorgan chi?quella con una Perdita del 51% sull'utile netto del Secondo trimestre 2020?e che pensi che possa altrimenenti raccontare ai propri azionisti?
    stiamo parlando della ripresa del 2021, e il dato della perdita del 2020 degli stati uniti è dato inferiore a quello dell'area euro

    non capisco perchè la previsione su cosa succederà nel 2021 dovrebbe essere funzionale a tranquillizzare gli azionisti sulla perdita del 2020
    Non esistono risposte corrette a domande scorrette
    E.Kant

    Ciao Stefano, ora riposati.................

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #4272
    TCP Rider Senior L'avatar di massimio
    Data Registrazione
    17/03/09
    Località
    cargo battente bandiera liberiana
    Moto
    motozappa, Ducati 900sl,Ducati 996,Cagiva Mito sp, Mucca
    Messaggi
    12,156
    Citazione Originariamente Scritto da flag Visualizza Messaggio
    stiamo parlando della ripresa del 2021, e il dato della perdita del 2020 degli stati uniti è dato inferiore a quello dell'area euro

    non capisco perchè la previsione su cosa succederà nel 2021 dovrebbe essere funzionale a tranquillizzare gli azionisti sulla perdita del 2020
    non lo capisci?te lo spiego in 3 parole "Andrá tutto bene"...………...
    che rumore fa la felicita'
    la pazienza e' la virtu' di chi non ha un caz@zo da fare
    storie di chi rimane e di chi invece lascia tutto e se ne va.....

  4. #4273
    TCP Rider Senior L'avatar di macheamico6
    Data Registrazione
    14/03/11
    Località
    Marche / EmiliaRomagna
    Moto
    Tiger 1050, Yamaha XJ650 turbo dell'84
    Messaggi
    30,474
    Citazione Originariamente Scritto da massi69 Visualizza Messaggio
    La mia osservazione non era diretta a te, le mie osservazioni fatte finora, sono frutto di ciò che ho avuto modo di notare , percepire, negli ambienti dv lavoro, nei discorsi che si sentono in giro,bar , panettiere, ecc ecc....vita di tt i giorni....
    Cm ho scritto, @flag ha molto ragione a riguardo delle patologie pregresse , molti ci marciano sopra.... piangono miseria, usano il covid per nascondere ....malesseri....che già prima c erano, e che purtroppo lo stato di difficoltà che si è creato ha messo a nudo....
    Poi, a livello individuale, ciò che avvenuto, un'evento così radicale nelle dinamiche, inevitabilmente ha fatto sì che chi, precedentemente, vuoi per indole, per mentalità, ecc ecc, era più.....organizzato economicamente , e godeva magari di una posizione acquisita ....giustamente....per carità, meglio sta sopportando il tutto..... però, ci sono persone che davvero dall oggi al domani, si sono trovate cn il culo per terra.....e non per colpa loro......perché non hanno saputo amministrare bene..prima, o non hanno saputo interpretare bene i segnali che ci sono stati.....
    A riguardo del covid, la percezione di esso, è normale che molto fa...anche.. il carattere individuale, la situazione di salute in cui si vive, le persone che si hanno attorno, la loro condizione....pero ora, al di la della pericolosità che ha il virus, e a cui bisogna prestare attenzione e porvi i giusti accorgimenti per limitare contagio e diffusione, una volta fatto tutto, come ripeto , riscrivo, non è che non si può più vivere.....
    È che mi sembra , come hanno scritto anche altri, che si usi troppo quest evento per condizionare , e chi lo fa , lo fa ma non ne subisce gli effetti, anzi, qualcuno ci marcia su, in tt le categorie......
    Ma sicuramente c'è chi cavalca l'onda del virus per i suoi interessi personali, e ciò vale con le dovute proporzioni in tutti i settori, e in tutte le direzioni.
    A fronte di un povero Cristo che c'ha il negozietto di 20mq a una sola vetrina col quale deve campare tutta la famiglia, che adesso stà col culo per terra a causa del Covid, c'è quello che c'ha un'attività che gli consentiva e tuttora consente a lui e alla sua famiglia un tenore di vita apparentemente in contrasto col fatturato di 200mila euro e l'utile dichiarato nel 2019 di 10mila euro, dati sostanzialmente in linea a quelli degli anni precedenti, che piange perché a suo dire col lockdown ci ha rimesso 30mila euro, ma intanto gira col BMWX5, per tutto il mese di Agosto ha mandato i figli a studiare le lingue in una scuola sulle Alpi svizzere, e mangia quasi sempre con la moglie al ristorante.
    Ma ciò non sposta l'importanza del problema dal punto di vista prettamente sanitario, che a mio avviso è reale e preoccupante per tutto quanto ho più volte scritto in precedenza.
    "Per quanto buia sia la notte, le stelle non si spengono.
    Per quanto dura sia la vita, i sogni non si abbandonano."


  5. #4274
    TCP Rider Senior L'avatar di Fermissimo
    Data Registrazione
    20/07/07
    Località
    Ortona
    Moto
    BMW C650 Sport
    Messaggi
    12,750
    Citazione Originariamente Scritto da macheamico6 Visualizza Messaggio
    Ma sicuramente c'è chi cavalca l'onda del virus per i suoi interessi personali, e ciò vale con le dovute proporzioni in tutti i settori, e in tutte le direzioni.
    A fronte di un povero Cristo che c'ha il negozietto di 20mq a una sola vetrina col quale deve campare tutta la famiglia, che adesso stà col culo per terra a causa del Covid, c'è quello che c'ha un'attività che gli consentiva e tuttora consente a lui e alla sua famiglia un tenore di vita apparentemente in contrasto col fatturato di 200mila euro e l'utile dichiarato nel 2019 di 10mila euro, dati sostanzialmente in linea a quelli degli anni precedenti, che piange perché a suo dire col lockdown ci ha rimesso 30mila euro, ma intanto gira col BMWX5, per tutto il mese di Agosto ha mandato i figli a studiare le lingue in una scuola sulle Alpi svizzere, e mangia quasi sempre con la moglie al ristorante.
    Ma ciò non sposta l'importanza del problema dal punto di vista prettamente sanitario, che a mio avviso è reale e preoccupante per tutto quanto ho più volte scritto in precedenza.
    ti voglio ricordare che finora, fino alla tua fascia di età, sono morte circa 2000 persone di/per/con COVID...per morte cardiaca improvvisa, nello stesso arco di tempo, già circa 21.000 persone solo in Italia, ed alla fine dell'anno ne conteremo 50/60.000...quelle morti senza spiegazione, nella notte o in un momento qualunque della giornata...pertanto riconduciamo il tutto a ciò che è realmente valutando il fenomeno con equilibrio

    mi espongo scommettendo 1 a 1000 che una situazione come quella di Febbraio/Marzo non si ripresenterà in Italia...direi quasi che è tecnicamente/sanitariamente impossibile data la conoscenza della malattia e le armi strategiche e mediche che possiamo/sappiamo utilizzare ora

    ci saranno nuovi casi senz'altro ma saranno tutti ampiamente confinati per tempo...arrivo a dire che mi aspetto anche un calo delle morti degli anziani indotte dal classico virus influenzale perchè queste attuali norme (che ipotizzo in vigore almeno fino a Giugno 2021) faranno sì che anche quella malattia si diffonderà molto meno
    navigator and 1851francesco like this.
    cynism is the new fascism...

  6. #4275
    TCP Rider Senior L'avatar di massimio
    Data Registrazione
    17/03/09
    Località
    cargo battente bandiera liberiana
    Moto
    motozappa, Ducati 900sl,Ducati 996,Cagiva Mito sp, Mucca
    Messaggi
    12,156
    Riporto questo articolo, era in tedesco quindi l'ho tradotto con l'automatico per non perdere tempo, qualche errore grammaticale c'é.Ma io mi chiedo perché non ne sento parlare sulle testate italiane, dove leggo solo la conta dei morti e dei contagiati….

    "Il Fondo Corona, l'ultima speranza dell'Italia DI UDO GÜMPEL, ROMA

    Il governo di Giuseppe Conte non ha ancora un piano su come spendere i soldi dell'UE.
    (Foto: REUTERS)
    Cosa vuole fare l'Italia con i 209 miliardi di euro del Fondo Corona? Finora non esiste un programma di riforme da Roma, nonostante la scadenza di aprile. L'uso precedente di fondi UE suggerisce altrettanto poco quanto la gestione di dati economici errati.

    "Andrà tutto bene", hanno scritto gli italiani su fogli che hanno appeso sui balconi durante le peggiori settimane della pandemia della corona. Non tutto potrebbe andare bene ora, ma molto. Roma potrebbe incassare un assegno di 209 miliardi di euro nei prossimi anni: 81,4 miliardi come sovvenzione, il resto come prestito. Con questo denaro si potrebbero fare molte cose buone nel paese. Ma per questo il governo italiano dovrebbe sapere per cosa dovrebbero essere spesi i soldi.
    Questo è il problema con l'assegno gigante: il denaro non viene semplicemente donato, ma viene pagato in "condizioni" - una parola di orrore per le orecchie italiane. Questo è ciò che il gergo dell'UE definisce le condizioni per l'erogazione di fondi; in questo caso la presentazione di un piano di riforma credibile, che dovrebbe rendere il paese a prova di crisi e futuro. Solo dopo l'adozione di questo piano, le sovvenzioni verranno trasferite per prime nel 2021 e i fondi dai prestiti dell'UE negli anni dal 2022 al 2023.
    Sembra una banalità, un piano di riforma credibile. Questo dovrebbe essere possibile. Ma questo è esattamente il problema che l'Italia sta affrontando oggi. Tutti e 27 i paesi dell'UE avevano presentato tale "Programma nazionale di riforma" entro il 6 aprile 2020. Alcuni lo consideravano più generale, altri fornivano elenchi di spesa molto precisi. Perfino il governo di Boris Johnson ha inviato un piano per un tale programma di riforma, sebbene il suo paese non voglia diventare un membro dell'UE alla fine del 2020. L'unico paese dell'UE che finora non ha presentato nulla a Bruxelles è l'Italia.
    All'inizio di luglio, tre mesi dopo la scadenza, il governo di Roma ha adottato almeno un piano di riforma nazionale. Non è ancora stato inviato a Bruxelles - è una specie di copia funzionante - ma contiene notevoli suggerimenti ed errori.
    Roma, ad esempio, prevede di espandere la rete mobile 5G su tutta la linea, soprattutto nel sud Italia. Sfortunatamente, non si fa menzione del fatto che 400 città e comuni, quasi tutti guidati dai partiti del governo socialdemocratici (PD) e dal movimento a 5 stelle (M5S), hanno vietato l'espansione delle reti 5G a causa del presunto rischio per la salute dei residenti.
    Autocriticamente, il piano di riforma a pagina 134 rileva che "il 22,2 per cento dei giovani in Italia (dai 20 ai 34 anni) non è né in formazione né in lavoro, quindi appartiene alla triste categoria di NEET (abbreviazione inglese per" Non impegnato in Istruzione, occupazione o formazione "). Queste persone sono anche chiamate" giovani persi "che fanno lavori neri o non fanno nulla e vivono con i soldi dei genitori. Cioè, dice il governo," una delle percentuali più alte nell'UE ". Qui ma ora c'è un problema con la correttezza dei numeri.
    Perché il 22,2 per cento riguarda solo la percentuale di NEET maschili. Nel genere femminile, la percentuale nella coorte di età compresa tra 20 e 34 anni è del 33,2 percento. La vera media italiana dei NEET è quindi del 27,8 per cento e non è "una delle quote più alte", come scrive il governo di Roma, ma il tasso di NEET più alto in tutta Europa. (Il tasso tedesco è di 11,2, la media UE è del 16,5 per cento).
    Tuttavia, è ancora necessario correggere il rapporto. Si tratta di spese per la ricerca e lo sviluppo (R&S) in Italia, un'area chiave per un riavvio dell'economia italiana, in effetti per l'intera Unione. Entro la fine del 2020, i paesi dell'UE aumenteranno la quota della spesa in R&S nel rispettivo prodotto nazionale al 3%, al fine di tenere il passo con la concorrenza internazionale con paesi come la Corea del Sud (4,23%) e il Giappone (3,29%). Quindi è stato deciso insieme nel 2014.
    Un buon piano che non è ben accolto
    Solo pochi paesi europei hanno ancora raggiunto l'obiettivo dell'UE: Svezia, Germania, Danimarca e Austria. La spesa nazionale per la ricerca in Italia è dell'1,39 per cento nel 2018, lontano dall'obiettivo e dal primo gruppo europeo. Al governo di Roma non sembra importare. Nel "piano di riforma" scrive: "La spesa per la ricerca è stabile", "nel corso della media UE". Ma ciò non è effettivamente corretto. La media in Europa è del 2,06 percento e l'Italia è lontana dall'1,39 percento.
    Ma ci sono anche suggerimenti brillanti. Il piano del noto fisico Ugo Amaldi, ad esempio, prevede di promuovere il trasferimento di conoscenze dalla pura ricerca all'industria in Italia, secondo le linee della Società tedesca Fraunhofer. "Piano Amaldi" intende aumentare la spesa pubblica per la ricerca di 1,5 miliardi di euro all'anno all'1,1 per cento del reddito nazionale, anziché attualmente allo 0,5 per cento. Non è una somma enorme, ma potrebbe potenzialmente avere un grande impatto. Tuttavia, il piano non ha ricevuto alcuna risposta a Roma.
    E su cosa vuole spendere il governo italiano? Questo è ancora dibattuto a Roma. È certo che ci sarà un enorme programma di costruzione di strade per decine di miliardi di euro. Roma prevede inoltre di spendere circa 3,5 miliardi di euro per nazionalizzare l'operatore autostradale Aspi SpA, precedentemente controllato dalla famiglia Benetton. 14 miliardi di euro saranno spesi per il ripristino delle sole autostrade.
    Sono previste ulteriori nazionalizzazioni. Si dice che la compagnia aerea Alitalia riceva 3 miliardi, che potrebbero così rimanere a galla per tre anni. È in discussione anche la nazionalizzazione dei grandi impianti siderurgici di Taranto, ancora di proprietà di ArcelorMittal, che richiederebbe altri 5 miliardi di euro.
    L'Italia ha anche avuto notevoli problemi in passato con la spesa dei fondi europei a cui ha diritto. Dei 75 miliardi di euro del "Fondo strutturale e di investimento europeo" (2014-2020) assegnati all'Italia, finora 54 miliardi sono stati stanziati, ma solo 26 miliardi di euro sono stati spesi. Il motivo principale era principalmente che le autorità locali non potevano concordare una chiave di distribuzione con aziende e gruppi di interesse. Le lingue cattive parlano della "distribuzione della preda".
    Se l'ombrello si chiude di nuovo, l'Italia ha bisogno E in alcuni casi questa non è un'esagerazione. L'Italia ha dovuto rimborsare 383 milioni di euro in sovvenzioni dell'UE per la costruzione dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria verso l'UE. I fondi sono stati prelevati dai Fondi strutturali dal 2014 al 2020, perché secondo le autorità antimafia in Italia i fondi erano confluiti direttamente nella mafia. Il percorso autostradale è stato escluso da ulteriori finanziamenti.
    E l'Italia ha un altro problema. I fondi dell'UE arriveranno solo a metà del 2021, per un periodo di tre anni. Per salvare la caduta delle finanze pubbliche italiane è troppo poco e troppo tardi. Il ministro delle finanze Roberto Gualtieri lo sa molto bene. L'ultimo bilancio suppletivo con 25 miliardi di euro di nuovo debito è stato appena montato dal parlamento.
    L'Italia è ancora sotto la protezione della Banca centrale europea. L'ufficio del bilancio del parlamento italiano si aspetta fermamente di ottenere 199 miliardi di euro da Francoforte quest'anno, gli acquisti di obbligazioni del programma di acquisto di emergenza in caso di pandemia. Ma solo quest'anno, l'Italia dovrebbe prendere in prestito 552 miliardi di euro di denaro fresco sui mercati per rimanere a galla - con un calo della produzione economica nazionale di almeno il 12% quest'anno.
    Gli 80 miliardi di euro in sovvenzioni da Bruxelles sono solo una goccia nel secchio. Il pericolo è reale che l'Italia non spenda quindi questo denaro dal Fondo Corona per le riforme - non può più farlo - ma ne avrà bisogno per colmare il gigantesco buco del bilancio. E se il pacchetto di salvataggio dovesse essere piegato dopo la pandemia del presidente della BCE Christine Lagarde, l'Italia ha un disperato bisogno."
    Ultima modifica di massimio; 06/08/2020 alle 14:51
    che rumore fa la felicita'
    la pazienza e' la virtu' di chi non ha un caz@zo da fare
    storie di chi rimane e di chi invece lascia tutto e se ne va.....

  7. #4276
    TCP Rider L'avatar di z4fun
    Data Registrazione
    07/06/19
    Località
    Como
    Messaggi
    2,620
    L'Italia dovrebbe investirli abbassando le tasse ed i costi dei dipendenti alle aziende che così potrebbero assumere e spendere in innovazione, inoltre dovrebbero spingere sul turismo migliorando e rinnovando i servizi e le infrastrutture per gli stranieri che cercano il bello e sono disposti a spendere

    noi stiamo assumendo e investendo in tecnologia a rotta di collo

  8. #4277
    TCP Rider Senior L'avatar di flag
    Data Registrazione
    05/07/09
    Località
    cittadino del mondo...domiciliato nell'urbe
    Moto
    Sprint st 1050 my 2009 "Nike" KTM EXC 400 my 2005 "fanta"
    Messaggi
    35,314
    Citazione Originariamente Scritto da massimio Visualizza Messaggio
    non lo capisci?te lo spiego in 3 parole "Andrá tutto bene"...………...
    veramente sta dicendo che negli usa andrà molto peggio che in europa, e per questo l'avevo postato, comunque, se vuoi, faccio finta di aver capito

    Citazione Originariamente Scritto da Fermissimo Visualizza Messaggio
    ti voglio ricordare che finora, fino alla tua fascia di età, sono morte circa 2000 persone di/per/con COVID...per morte cardiaca improvvisa, nello stesso arco di tempo, già circa 21.000 persone solo in Italia, ed alla fine dell'anno ne conteremo 50/60.000...quelle morti senza spiegazione, nella notte o in un momento qualunque della giornata...pertanto riconduciamo il tutto a ciò che è realmente valutando il fenomeno con equilibrio

    mi espongo scommettendo 1 a 1000 che una situazione come quella di Febbraio/Marzo non si ripresenterà in Italia...direi quasi che è tecnicamente/sanitariamente impossibile data la conoscenza della malattia e le armi strategiche e mediche che possiamo/sappiamo utilizzare ora

    ci saranno nuovi casi senz'altro ma saranno tutti ampiamente confinati per tempo...arrivo a dire che mi aspetto anche un calo delle morti degli anziani indotte dal classico virus influenzale perchè queste attuali norme (che ipotizzo in vigore almeno fino a Giugno 2021) faranno sì che anche quella malattia si diffonderà molto meno
    vero...noi nei business plan dei prox 3 anni ne abbiamo tenuto conto.

    Citazione Originariamente Scritto da massimio Visualizza Messaggio
    Riporto questo articolo, era in tedesco quindi l'ho tradotto con l'automatico per non perdere tempo, qualche errore grammaticale c'é.Ma io mi chiedo perché non ne sento parlare sulle testate italiane, dove leggo solo la conta dei morti e dei contagiati….

    "Il Fondo Corona, l'ultima speranza dell'Italia DI UDO GÜMPEL, ROMA

    Il governo di Giuseppe Conte non ha ancora un piano su come spendere i soldi dell'UE.
    (Foto: REUTERS)
    Cosa vuole fare l'Italia con i 209 miliardi di euro del Fondo Corona? Finora non esiste un programma di riforme da Roma, nonostante la scadenza di aprile. L'uso precedente di fondi UE suggerisce altrettanto poco quanto la gestione di dati economici errati.

    "Andrà tutto bene", hanno scritto gli italiani su fogli che hanno appeso sui balconi durante le peggiori settimane della pandemia della corona. Non tutto potrebbe andare bene ora, ma molto. Roma potrebbe incassare un assegno di 209 miliardi di euro nei prossimi anni: 81,4 miliardi come sovvenzione, il resto come prestito. Con questo denaro si potrebbero fare molte cose buone nel paese. Ma per questo il governo italiano dovrebbe sapere per cosa dovrebbero essere spesi i soldi.
    Questo è il problema con l'assegno gigante: il denaro non viene semplicemente donato, ma viene pagato in "condizioni" - una parola di orrore per le orecchie italiane. Questo è ciò che il gergo dell'UE definisce le condizioni per l'erogazione di fondi; in questo caso la presentazione di un piano di riforma credibile, che dovrebbe rendere il paese a prova di crisi e futuro. Solo dopo l'adozione di questo piano, le sovvenzioni verranno trasferite per prime nel 2021 e i fondi dai prestiti dell'UE negli anni dal 2022 al 2023.
    Sembra una banalità, un piano di riforma credibile. Questo dovrebbe essere possibile. Ma questo è esattamente il problema che l'Italia sta affrontando oggi. Tutti e 27 i paesi dell'UE avevano presentato tale "Programma nazionale di riforma" entro il 6 aprile 2020. Alcuni lo consideravano più generale, altri fornivano elenchi di spesa molto precisi. Perfino il governo di Boris Johnson ha inviato un piano per un tale programma di riforma, sebbene il suo paese non voglia diventare un membro dell'UE alla fine del 2020. L'unico paese dell'UE che finora non ha presentato nulla a Bruxelles è l'Italia.
    All'inizio di luglio, tre mesi dopo la scadenza, il governo di Roma ha adottato almeno un piano di riforma nazionale. Non è ancora stato inviato a Bruxelles - è una specie di copia funzionante - ma contiene notevoli suggerimenti ed errori.
    Roma, ad esempio, prevede di espandere la rete mobile 5G su tutta la linea, soprattutto nel sud Italia. Sfortunatamente, non si fa menzione del fatto che 400 città e comuni, quasi tutti guidati dai partiti del governo socialdemocratici (PD) e dal movimento a 5 stelle (M5S), hanno vietato l'espansione delle reti 5G a causa del presunto rischio per la salute dei residenti.
    Autocriticamente, il piano di riforma a pagina 134 rileva che "il 22,2 per cento dei giovani in Italia (dai 20 ai 34 anni) non è né in formazione né in lavoro, quindi appartiene alla triste categoria di NEET (abbreviazione inglese per" Non impegnato in Istruzione, occupazione o formazione "). Queste persone sono anche chiamate" giovani persi "che fanno lavori neri o non fanno nulla e vivono con i soldi dei genitori. Cioè, dice il governo," una delle percentuali più alte nell'UE ". Qui ma ora c'è un problema con la correttezza dei numeri.
    Perché il 22,2 per cento riguarda solo la percentuale di NEET maschili. Nel genere femminile, la percentuale nella coorte di età compresa tra 20 e 34 anni è del 33,2 percento. La vera media italiana dei NEET è quindi del 27,8 per cento e non è "una delle quote più alte", come scrive il governo di Roma, ma il tasso di NEET più alto in tutta Europa. (Il tasso tedesco è di 11,2, la media UE è del 16,5 per cento).
    Tuttavia, è ancora necessario correggere il rapporto. Si tratta di spese per la ricerca e lo sviluppo (R&S) in Italia, un'area chiave per un riavvio dell'economia italiana, in effetti per l'intera Unione. Entro la fine del 2020, i paesi dell'UE aumenteranno la quota della spesa in R&S nel rispettivo prodotto nazionale al 3%, al fine di tenere il passo con la concorrenza internazionale con paesi come la Corea del Sud (4,23%) e il Giappone (3,29%). Quindi è stato deciso insieme nel 2014.
    Un buon piano che non è ben accolto
    Solo pochi paesi europei hanno ancora raggiunto l'obiettivo dell'UE: Svezia, Germania, Danimarca e Austria. La spesa nazionale per la ricerca in Italia è dell'1,39 per cento nel 2018, lontano dall'obiettivo e dal primo gruppo europeo. Al governo di Roma non sembra importare. Nel "piano di riforma" scrive: "La spesa per la ricerca è stabile", "nel corso della media UE". Ma ciò non è effettivamente corretto. La media in Europa è del 2,06 percento e l'Italia è lontana dall'1,39 percento.
    Ma ci sono anche suggerimenti brillanti. Il piano del noto fisico Ugo Amaldi, ad esempio, prevede di promuovere il trasferimento di conoscenze dalla pura ricerca all'industria in Italia, secondo le linee della Società tedesca Fraunhofer. "Piano Amaldi" intende aumentare la spesa pubblica per la ricerca di 1,5 miliardi di euro all'anno all'1,1 per cento del reddito nazionale, anziché attualmente allo 0,5 per cento. Non è una somma enorme, ma potrebbe potenzialmente avere un grande impatto. Tuttavia, il piano non ha ricevuto alcuna risposta a Roma.
    E su cosa vuole spendere il governo italiano? Questo è ancora dibattuto a Roma. È certo che ci sarà un enorme programma di costruzione di strade per decine di miliardi di euro. Roma prevede inoltre di spendere circa 3,5 miliardi di euro per nazionalizzare l'operatore autostradale Aspi SpA, precedentemente controllato dalla famiglia Benetton. 14 miliardi di euro saranno spesi per il ripristino delle sole autostrade.
    Sono previste ulteriori nazionalizzazioni. Si dice che la compagnia aerea Alitalia riceva 3 miliardi, che potrebbero così rimanere a galla per tre anni. È in discussione anche la nazionalizzazione dei grandi impianti siderurgici di Taranto, ancora di proprietà di ArcelorMittal, che richiederebbe altri 5 miliardi di euro.
    L'Italia ha anche avuto notevoli problemi in passato con la spesa dei fondi europei a cui ha diritto. Dei 75 miliardi di euro del "Fondo strutturale e di investimento europeo" (2014-2020) assegnati all'Italia, finora 54 miliardi sono stati stanziati, ma solo 26 miliardi di euro sono stati spesi. Il motivo principale era principalmente che le autorità locali non potevano concordare una chiave di distribuzione con aziende e gruppi di interesse. Le lingue cattive parlano della "distribuzione della preda".
    Se l'ombrello si chiude di nuovo, l'Italia ha bisogno E in alcuni casi questa non è un'esagerazione. L'Italia ha dovuto rimborsare 383 milioni di euro in sovvenzioni dell'UE per la costruzione dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria verso l'UE. I fondi sono stati prelevati dai Fondi strutturali dal 2014 al 2020, perché secondo le autorità antimafia in Italia i fondi erano confluiti direttamente nella mafia. Il percorso autostradale è stato escluso da ulteriori finanziamenti.
    E l'Italia ha un altro problema. I fondi dell'UE arriveranno solo a metà del 2021, per un periodo di tre anni. Per salvare la caduta delle finanze pubbliche italiane è troppo poco e troppo tardi. Il ministro delle finanze Roberto Gualtieri lo sa molto bene. L'ultimo bilancio suppletivo con 25 miliardi di euro di nuovo debito è stato appena montato dal parlamento.
    L'Italia è ancora sotto la protezione della Banca centrale europea. L'ufficio del bilancio del parlamento italiano si aspetta fermamente di ottenere 199 miliardi di euro da Francoforte quest'anno, gli acquisti di obbligazioni del programma di acquisto di emergenza in caso di pandemia. Ma solo quest'anno, l'Italia dovrebbe prendere in prestito 552 miliardi di euro di denaro fresco sui mercati per rimanere a galla - con un calo della produzione economica nazionale di almeno il 12% quest'anno.
    Gli 80 miliardi di euro in sovvenzioni da Bruxelles sono solo una goccia nel secchio. Il pericolo è reale che l'Italia non spenda quindi questo denaro dal Fondo Corona per le riforme - non può più farlo - ma ne avrà bisogno per colmare il gigantesco buco del bilancio. E se il pacchetto di salvataggio dovesse essere piegato dopo la pandemia del presidente della BCE Christine Lagarde, l'Italia ha un disperato bisogno."
    su quello che ho capito sono daccordo
    Ultima modifica di flag; 06/08/2020 alle 18:49 Motivo: Unione Post Automatica
    Non esistono risposte corrette a domande scorrette
    E.Kant

    Ciao Stefano, ora riposati.................

  9. #4278
    TCP Rider Senior L'avatar di macheamico6
    Data Registrazione
    14/03/11
    Località
    Marche / EmiliaRomagna
    Moto
    Tiger 1050, Yamaha XJ650 turbo dell'84
    Messaggi
    30,474
    Citazione Originariamente Scritto da macheamico6 Visualizza Messaggio
    Oggi nel mondo avremo il 10.000.000° contagiato e morirà il 500.000° malato di Covid-19.

    Pertanto il conto dell’incidenza decessi su ammalati è facile facile: 5% preciso.
    Ricordo che gli esperti erano partiti prospettando un 2% di mortalità, quindi siamo al 150% in più, mica roba da poco.

    Chiaramente sono cifre da prendere con le molle per tutte le variabili di cui abbiamo più volte parlato, altrimenti non si spiegherebbe il perché ci sono Paesi che presentano un tasso di mortalità enormemente più alto. E tra questi Paesi c’è proprio l’Italia, in cui 34700 deceduti su 239900 contagiati equivale ad oltre il 14%. Ma gli unici dati complessivi globali che abbiamo sono questi diffusi dall’OMS, e su questi dobbiamo ragionare.
    Quanto sopra accadeva il 27 Giugno.
    Ieri, a distanza di 43 giorni, abbiamo avuto il 20milionesimo contagiato con 734mila decessi.
    Pertanto, dato che l'OMS aveva dichiarato la pandemia a Marzo (anche se il contagio era esploso in Cina sin da Gennaio), ci sono voluti circa tre mesi per i primi 10mln e metà tempo per i successivi 10mln.
    Per contro si è passati da un tasso di mortalità del 5% sui primi 10mln, a un tasso del 2,34 per i successivi 10mln: la media complessiva della mortalità è quindi del 3,67%.
    Più contagi e meno morti: che significa?!
    Credo che il numero crescente dei contagi sia da addebitare a due fattori. In primis adesso si fanno molti tamponi per cui tra i contagiati ci sono anche molti asintomatici, mentre a Marzo e Aprile spesso non si riusciva nemmeno a soccorrere i già malati gravi. Poi c'è da considerare che attualmente il contagio è al picco in parecchi tra i Paesi più popolati del pianeta, quali India, USA, Pakistan, Brasile, Bangladesh, Russia, Indonesia e Messico.
    Per quanto riguarda la minore mortalità, oltre al medesimo motivo dei maggiori contagi (tanti tamponi, dai quali risultano contagiati anche molti asintomatici), c'è da dire che, anche se il vaccino ancora non c'è, fortunatamente adesso le cure risultano molto più efficaci rispetto a mesi fa. In Italia, che ha avuto la sventura di essere il primo Paese occidentale dove il virus è esploso e si è diffuso, tra Marzo e Aprile avevamo una mortalità del 15% !!!


    .


    Citazione Originariamente Scritto da flag Visualizza Messaggio
    su quello che ho capito sono daccordo
    pure io, pecato che non c'ho capito na mazza
    "Per quanto buia sia la notte, le stelle non si spengono.
    Per quanto dura sia la vita, i sogni non si abbandonano."


  10. #4279
    TCP Rider Senior L'avatar di navigator
    Data Registrazione
    25/05/08
    Località
    Quartu S.Elena (CA)
    Moto
    tiger 1050 '08, brutale 989 '11, P200E '82
    Messaggi
    5,735
    Moralità 3.65%? Bisogna usare i termini corretti. La moralità é bassissima forse la letalità é più alta ma é cosa ben diversa.

    Un articolo che fa un pó di chiarezza:
    https://www.scienzainrete.it/articol...chi/2020-02-25

  11. #4280
    TCP Rider Senior L'avatar di macheamico6
    Data Registrazione
    14/03/11
    Località
    Marche / EmiliaRomagna
    Moto
    Tiger 1050, Yamaha XJ650 turbo dell'84
    Messaggi
    30,474
    Citazione Originariamente Scritto da navigator Visualizza Messaggio
    Moralità 3.65%? Bisogna usare i termini corretti. La moralità é bassissima forse la letalità é più alta ma é cosa ben diversa.
    sono assolutamente d'accordo
    "Per quanto buia sia la notte, le stelle non si spengono.
    Per quanto dura sia la vita, i sogni non si abbandonano."


Discussioni Simili

  1. IOS vs Android _ gli aggiornamenti
    Di spantax nel forum Il Bar di Triumphchepassione
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 31/10/2011, 19:32
  2. aggiornamenti
    Di janusz nel forum Le vostre Moto
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 28/12/2010, 13:54
  3. Ultimi aggiornamenti
    Di doccerri nel forum Bonneville/Thruxton/Scrambler
    Risposte: 76
    Ultimo Messaggio: 28/01/2010, 13:19
  4. Aggiornamenti
    Di ste.fa.no nel forum Speed Triple
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 02/11/2008, 10:01
  5. Aggiornamenti....
    Di victorspeed nel forum Le vostre Moto
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 19/03/2008, 17:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •