Link utili:  Sito TCP - Store Triumphchepassione - Regolamento del Forum - Pubblicità su TCP

Segui TCP su:

Benvenuto su Triumphchepassione, il Forum Triumph più attivo d' Italia!

Sei nuovo del Forum? LEGGI IL REGOLAMENTO e PRESENTATI in questa sezione. Non sai usare il Forum? Ecco una semplice GUIDA.

___

Cerchi un prodotto per la tua Triumph? Visita TCPShop©! Al suo interno troverai le  vetrine dei migliori negozi di accessori ed abbigliamento, i concessionari moto ed i produttori di componenti che orbitano attorno al mondo Triumph®: troverai anche tantissime moto usate. Ecco un esempio dei prodotti presenti:

Mezzo adesivo coprif...

Mezzo adesivo coprifanale grafica inglese "Union Jack" 16cm

Prezzo € 7.00
Kit spostamento acce...

Kit spostamento accensione

Prezzo € 32.00
Yamaha MT-09 Tracer ...

Yamaha MT-09 Tracer ABS (2015 - 16)

Prezzo € 8500.00
Tre cilindri incazza...

Tre cilindri incazzati - Base nera

Prezzo € 5.00
Tappi coprivalvola i...

Tappi coprivalvola in alluminio - Disponibili color alluminio/neri/rossi/blu

Prezzo € 10.00
Copri Serbatoio BAGS...

Copri Serbatoio BAGSTER per TRIUMPH SPEED TRIPLE 955 e DAYTONA del 2002

Prezzo € 100.00

Pagina 1 di 8 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 80

Discussione: Report: Spagna e Portogallo 2009 (+ Pinguinos)

  1. #1
    TCP Rider L'avatar di easy rider
    Data Registrazione
    29/12/07
    Località
    Roma
    Moto
    "l'indomita" - Tiger 1050
    Messaggi
    2,072

    Post Report: Spagna e Portogallo 2009 (+ Pinguinos)

    Pure questa volta un giretto abbastanza improvvisato. L’idea è quella di vedere la costa sud della Spagna e del Portogallo, con, in più, una rapida incursione al Pinguinos (il famoso motoraduno invernale di Valladolid), ma tutto sempre senza alcun obiettivo vincolante. Due giorni prima della partenza (fissata per il 02.01.2009) preparo tutto e faccio i biglietti per il traghetto Civitavecchia Barcellona.




    La mattina della partenza mi rendo conto di non avere la carta verde dell’assicurazione per la moto…non c’è niente da fare la mia approssimazione nei preparativi burocratici è quasi pari alla mia voglia di andare in moto! La mia paura è che possano farmi storie per l’imbarco della moto…mmm fortunatamente la mia agenzia assicurativa ha sede proprio a Civitavecchia, quindi anticipo un po’ la partenza e mi precipito lì, dove riesco ad ottenere la carta verde poco prima dell’imbarco. P.S. Per la cronaca (e per agevolare i casinisti come me) i documenti della moto non sono stati poi controllati quindi sarei riuscito ad imbarcarmi lo stesso. Comunque mi faccio 20 ore di nave in “business class” (ho dovuto prendere un posto poltrona perché i posti ponte non erano disponibili ) senza chiudere occhio perché vicino a me c’era una coppia con un bambino piccolo che ha pianto praticamente tutta la notte. Non ho dormito per niente, ma in compenso conosco alla perfezione tutta la nave!
    Sbarcato a Barcellona punto subito verso l’Hostal suggeritomi dall’ottima guida Routard: a 2 passi dalle Ramblas e con 26 euro passa la paura. Doccia rigenerante e poi mi immergo nel mare di folla che popola Barcellona il sabato sera.




    Chiamo una coppia di amici di Roma che so essere in Spagna in vacanza in questo periodo e mi confermano che proprio questa sera sono arrivati a Barcellona da Madrid: ottimo! Ci incontriamo e passiamo una serata divertente nonostante il pessimo ristorante scelto. Risulterà essere il peggiore ed il più caro di tutto il viaggio: non sapendo bene cosa ordinare alla fine abbiamo speso 17 euro a testa per un teutonicissimo wurstel e crauti. L’unica scelta azzeccata è stata il litro di sangria che ho ordinato appena seduto.


    Solo dopo ho scoperto che i miei commensali non gradivano particolarmente la sangria…ma comunque non è avanzata





    Anche dopo aver salutato i miei amici la seratina scivola via allegramente…chissà perché

    La mattina successiva comincia davvero il viaggio “on the road”. Primo breve coffee break a Tarragona






    e poi sosta per il pranzo a Valencia (due ottime porzioni di Bacalao con i peperoni + una birra media 8 euro).








    Riparto e il clima è decisamente mite. La strada che scorre veloce sotto le scarpette della mia bestiola nera contribuisce ad aumentare, se possibile, il mio entusiasmo.
    Nel pomeriggio arrivo ad Alicante e mi fermo in una pensioncina economica (15 euro), ma ovviamente senza molte pretese…mica pretenderete di avere acqua calda eh?!?
    Alicante mi ha fatto un’ottima impressione anche se rifletto sul fatto che, al di là del luogo in se, entrano in gioco altri fattori: soggettivi (vacanza appena iniziata e quindi ero già di ottimo umore) e oggettivi (era domenica sera e quindi c’era un bel po’ di vita).

    Qualche localino interessante:





    Dopo aver macinato un po’ di km ed aver visto un sacco di cose e posti nuovi non c’è niente di meglio di un paio (un paio? ) di birre per sprofondare in un profondissimo sonno.
    Il mattino seguente riparto e raggiungo Almeria dove mi fermo per pranzo. Pessima impressione, un gran caos di macchine, ma vale la stessa considerazione fatta poco prima sui fattori oggettivi (oggi è lunedì e magari ora di punta). Comunque scappo subito via in direzione Malaga. La strada è molto interessante, panoramica e ricca di divertenti curve.



    Il mio istinto mi spinge sempre verso cose positive: la sera in cui mi fermo a Malaga c’è un’enorme festa per tutta la città, con bande musicali e carri allegorici che sfilano per le principali vie del centro, sembra di essere al carnevale di Rio. Nota per i romani: tutta questa gente farebbe sembrare deserta Piazza San Giovanni il 1° maggio!
    A tutela di quel poco di onorabilità rimastami ometto ogni dettaglio sui bagordi della sera.









    Giorno seguente, colazione a Marbella e poi Gibraltar!





    Appena varco il confine di Gibraltar sento che l’indomita romba con più vigore, sarà che un po’ si sente “a casa”.
    Atmosfera suggestiva e, cosa che non guasta, una stecca di Camel a 14, 50 euro!







    Riprendo la marcia lungo la piacevolissima e panoramicissima strada verso Tarifa da dove raggiungo l’Isla de las Palomas (in realtà collegata alla terraferma e considerata il punto più a sud dell’Europa continentale).


    Alle mie spalle il Marocco!



    Sotto una fastidiosissima pioggia mi avvio verso Siviglia








    e poi Portugal (cambio del fuso orario)




    Mi fermo a Faro dove con 25 euro trovo una spaziosa camera con bagno e con vista sulla strada dove “dorme” l’indomita.



    La sera mi faccio consigliare una “bettola” locale (self service) e avendo saltato il pranzo decido di non badare a spese per la cena: 2 fette di tacchino, 2 salsicce piccanti (buonissime), riso alla nonosoche, una cofana di bacalao cucinatononsocome (ma buonissimo anche questo) + una birra media 7,96 euro!
    Il resto della sera, dopo una passeggiatina per digerire, lo passo bevendo del porto in un locale che mi ricorda molto la nota pubblicità “…nei peggiori bar de Caracas”.
    Queste cittadine apparentemente hanno poco da offrire, ma a me piace molto il contatto e il confronto con le persone e le realtà dei luoghi che attraverso. Non c’è nessun posto in cui sono stato, in questo e negli altri viaggi che ho fatto, che mi ha fatto pentire di averlo visitato.
    In fondo, anche se alle volte con cose negative, ogni luogo ha comunque contribuito ad appagare la mia curiosità, ad accrescere il mio bagaglio di esperienze e soprattutto ad arricchirmi umanamente nel contatto con la gente.
    Giorno seguente, passeggiatina nel centro di Lagos e poi…affascinante Algarve (Sagres, Cabo Sao Vicente)
    :

























    Porca miseria come passano in fretta i giorni. Mi piacerebbe vedere Lisbona…ma anche Madrid e Zaragoza…mmm non ce la faccio con il tempo…Lisbona aspetterà, punto verso Valladolid.
    Faccio una lunga tirata (ometto la velocità di crociera per i deboli di cuore) e arrivo la sera verso le 20,00. Monto la tenda insieme a poche altre persone (il raduno vero e proprio comincerà il giorno successivo) e dopo una cena piuttosto essenziale vado a dormire con l’intento di svegliarmi di mattina presto per andare a visitare Madrid.
    La mattina seguente una brutta sorpresa: la batteria è a terra (è quasi nuova ma deve esserci qualche problema elettrico…chi ha letto cosa ho scritto qualche tempo fa sa di cosa parlo
    Provo a farmi spingere, ma il fondo è sdrucciolevole e la compressione è tanta
    Maporcadiquellaputtanavaccaboia…più molte altre che adesso non ricordo.
    Dopo due ore di tentativi riesco a farla partire e mi faccio indicare un motoricambi a Valladolid. Dopo numerosi giri per riuscire a trovare la batteria adatta, a malincuore affronto il salasso e la compro, tenendola di scorta (per ora la vecchia batteria sembra ancora andare, ma non potevo correre il rischio).
    Questo contrattempo mi ha fatto perdere del tempo prezioso, ma non mi fa desistere dal mio intento: Madrid.
    Alla fine rimarrò a Madrid solo poche ore, fermandomi lì a pranzo, mentre avrei voluto dedicarle almeno l’intera mattinata…pazienza, vuol dire che ci tornerò
    Tra l’altro sia nel tragitto di andata che in quello di ritorno mi imbatto in una leggera nevicata e sento la temperatura abbassarsi bruscamente (per la prima volta dall’inizio del viaggio indosso abbigliamento veramente invernale). Il pomeriggio ho appuntamento al raduno con Daniele, un altro ragazzo di Roma che, seguendo le mie indicazioni, durante la mia assenza è riuscito a trovare la mia tenda, montando la sua affianco ed accendendo pure il fuoco: bravo Daniele!



    La sua moto, una transalp, ha ruote artigliate ed è attrezzata da vero viaggiatore, molto “cattiva” a vedersi ma soprattutto equipaggiata in modo molto funzionale...ancora bravo Daniele!
    La sera la passiamo chiacchierando accanto al fuoco che in verità brucia malissimo a causa della legna eccessivamente fresca e umida, ma risolviamo il problema di doverci riscaldare ricorrendo al vino e alla grappa…abbiamo davvero esagerato!
    Il giorno seguente, verso le 12:00, mentre Daniele attende l’arrivo di altri amici da Roma, io decido di ripartire per visitare, prima di rientrare definitivamente, Zaragoza.
    Incautamente, sottovalutando le condizioni atmosferiche, decido di prendere la strada statale (più diretta) anziché l’autostrada. Nel corso del tragitto le condizioni meteo si fanno davvero proibitive e la leggera nevicata si trasforma in una bufera. In 4 ore riesco a fare a malapena 150 km e va sempre peggio. Quando mi rendo conto di questo è già tardi…non riesco neanche a fermarmi perché l’unico modo per entrare in un’area di sosta sarebbe abbandonare i solchi tracciati delle auto in transito e affrontare il rischio di imboccare strade di servizio quasi sempre in pendenza e coperte da neve e ghiaccio. Devo assolutamente uscire da questa situazione davvero poco piacevole. Procedo a 20 km/h con i piedi a terra, la visiera alzata e la neve in faccia. Decido di continuare fino a che ce la facc…ooops sdraiato! O meglio io praticamente sono rimasto in piedi (o quasi ) ma l’indomita no
    Ha sbattuto violentemente sul ghiaccio e ho sentito un bel botto, ma la prima preoccupazione è stata quella di spegnere il quadro, perché essendosi spenta la moto ho istintivamente temuto che potesse abbandonarmi di nuovo la batteria (questo può dare un’idea di quanto fossi rilassato in quel momento).
    Solo quando l’ho rialzata, aiutato da un automobilista evidentemente mossosi a compassione, mi sono reso conto che la fiancata destra non esisteva più











    A quel punto ha cominciato lentamente ad affiorare in me l’idea che forse non era proprio il caso di proseguire. Quindi raggiungo l’hotel più vicino e mi fermo parcheggiando la moto sotto una tettoia. L’hotel si trova al centro di NIENTE…non c’era proprio un cazzo lì intorno. Salgo in camera e dopo aver fatto una bella doccia calda cerco un modo per far passare il tempo. P.S.: ogni 5 minuti mi affacciavo alla finestra per osservare la situazione e mi rendevo conto che peggiorava di ora in ora.
    Per distrarmi e far passare il tempo accendo la TV…questo è quello che vedo:




    Comincio a pensare che dovrò restare in quell’interessantissimo posto moolto più di quanto abbia preventivato e mi prende lo sconforto. Nel frattempo riesco a posticipare di 2 giorni la prenotazione del traghetto che avrei dovuto prendere il pomeriggio seguente. Non smette mai di nevicare. Trascorro la notte un po’ agitato, pensando che non sarà facile andarmene da quel posto. La mattina seguente appena apro gli occhi mi affaccio alla finestra e vedo che sta ancora nevicando e che la neve ha superato il mezzo metro. Mi vesto e scendo in strada dove chiedo ad una pattuglia della polizia, che sta bloccando il transito, quali siano le condizioni delle altre strade nei dintorni. Mi dicono che è stata chiusa addirittura anche l’autostrada: è la fine!







    Mi servirebbero ruote chiodate o delle catene
    Nel corso della mattinata faccio conoscenza con un camionista di origine rumena dal quale riesco a rimediare un pezzo di corda, malridotto ma è l’unica cosa che ho. Mi metto subito all’opera e preparo la moto per quando riuscirò finalmente a ripartire:


    Questo escamotage (appreso durante un elefante) si rivelerà determinante!
    Dopo circa un’ora alcuni camionisti mi avvisano che l’autostrada è stata riaperta…ora o mai più!
    Per riportare la moto sulla strada principale faccio una cinquantina di metri sprofondando nella neve fino alle ginocchia. Poi con la tensione a 1000 riesco a percorrere incolume, tornando un pezzo indietro, i circa 90 km che mi separano dall’autostrada. Raggiunta l’autostrada mi sento davvero sollevato, libero la ruota posteriore dalla fune e ricomincio a macinare km in maniera significativa, giungendo finalmente a Zaragoza nel primo pomeriggio.














    La mattina seguente, passando per il “meridiano zero”, raggiungo Barcellona, dove trovo un clima primaverile e un sole caldissimo che rende le spiagge molto popolate e che spinge i più intrepidi a farsi addirittura il bagno.








    Ultimo pranzo spagnolo prima del rientro, ma per l’imbarco manca ancora un po’ di tempo quindi passo un paio d’ore sdraiato in riva al mare a prendere il sole.


    Giornate così rendono più faticoso e pesante il rientro!
    Sulla nave del ritorno faccio conoscenza con altri motociclisti italiani reduci dal Pinguinos e provenienti da varie parti d’Italia tra i quali Enzo “pistone matto” che con la sua “astronave” (una goldwing ovviamente) ha allietato la noiosa attesa per l’imbarco mettendo un po’ di musica “a palla”; Massimo, da Brindisi, con una Shadow 750, con il quale ho piacevolmente trascorso le molte ore necessarie alla traversata a parlare di viaggi, esperienze, emozioni e progetti; Danilo, da Modena, che alla veneranda età di 60 circa ancora macina molte migliaia di km all’anno (attualmente con una Versys); poi tanti altri dei quali non ricordo i nomi, tra cui una simpaticissima coppia di Reggio Calabria con una GS 1200 Adventure caricata all’inverosimile.


    In conclusione, ragazzi, che devo dirvi…vivere un’esperienza così non ha prezzo!
    Per tutto il resto…finirò in mano agli strozzini!
    Alla prossima

    Statistiche:
    Durata complessiva 12 gg
    Consumo medio: 6,3 L/100km (in Spagna benzina a 0,86 Euro!)
    Km percorsi: 4227
    Ore di guida: 52
    Velocità media: 81 km/h
    Velocità massima: 223 km/h
    "...lentamente muore chi evita una passione...chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno..."

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Cux
    Cux non è collegato
    TCP Rider L'avatar di Cux
    Data Registrazione
    02/06/07
    Località
    Verona
    Moto
    Sprint RS 955i
    Messaggi
    957
    Bellissimo report! Che ricordi l'Algarve, sono stato in vacanza a Sagres nel 2006, ho riconosciuto subito i posti..
    Peccato solo per la moto a terra

  4. #3
    TCP Rider L'avatar di martinafranca
    Data Registrazione
    11/07/08
    Località
    TA di radice, RM di trapianto
    Moto
    Bonnie_BLK_865_'08_____ ; Isotta_WHT_Vespa_'78_____
    Messaggi
    604
    ...sei un grande!!!

    stasera niente tv (che è meglio!!!),
    un bicchiere di un buon vino e lettura approfondita
    « Come i fiori sono resi più profumati / dalla luce del sole e la rugiada / così questo vecchio mondo è più splendente / Grazie all'esistenza di persone come te »
    Bonnie Elizabeth Parker

    [dedica a Clyde Chestnut Barrow (ndr)]

  5. #4
    TCP Rider Senior L'avatar di FlashFX
    Data Registrazione
    21/07/07
    Località
    from Sicily...
    Moto
    [ex] Speed³ 955i 04 allBlack [now] Day 955i 05/13 even more Black!! ;-)
    Messaggi
    6,774
    che dire...
    we don't see things as they are, we see them as we are - Anais Nin

  6. #5
    TCP Rider L'avatar di Enrico80
    Data Registrazione
    25/08/07
    Località
    Vicentin
    Moto
    Speed Triple 1050 '07 Speed Triple T509 '97
    Messaggi
    2,209
    Complimenti per il report, sei un grande!!!

  7. #6
    TCP Rider L'avatar di rebac
    Data Registrazione
    26/05/08
    Località
    Padova
    Moto
    Speed Triple 955i All Black Red 2004
    Messaggi
    1,752
    Ciao Easy Rider e complimenti per il bellissimo e avventuroso viaggio !

  8. #7
    Moderatore in cachemire L'avatar di Filomao
    Data Registrazione
    13/03/06
    Località
    Rimini
    Moto
    Speed Triple 955-02® - Daytona T595-98 - Tiger 1050 SE
    Messaggi
    49,342
    Gia' visto le foto su fb....ma questo report e' uno spettacolo....non riuscivo a staccare gli occhi dal pc.

    Che dire, ha tutta la mi stima e il mio rispetto. GRANDISSIMO!
    L'avidità, non trovo una parola migliore, è valida, l'avidità è giusta, l'avidità funziona, l'avidità chiarifica, penetra e cattura l'essenza dello spirito evolutivo. L'avidità in tutte le sue forme, l'avidità di vita, di amore, di sapere, di denaro, ha improntato lo slancio in avanti di tutta l'umanità.

  9. #8
    TCP Rider L'avatar di perkins
    Data Registrazione
    20/11/07
    Località
    Roma
    Moto
    Speed 955i All Green
    Messaggi
    361
    Grande Lucià,
    leggere i tuoi report è sempre un piacere.
    E poi da queste fotografie.....



    penso che ci sia solo da imparare
    Mi dispiace della caduta.
    Ci vediamo a presto!

  10. #9
    TCP Official Drag Racer L'avatar di Rickystyle
    Data Registrazione
    07/06/06
    Località
    Think Locally Fuck Globally
    Moto
    Black Rebel
    Messaggi
    13,163
    complimenti,veramente!!alla fine i piccoli "intoppi" possono capitare nei viaggi in moto...ma son queste cose che rendono grande un viaggio e sopratutto chi lo percorre... e ti dirò,nutro anche un po' d'invidia per tutto,nulla escluso
    HOT WHEELS RUN FOREVER
    ---Without ruleZ-Without feaR---

  11. #10
    TCP Rider Senior L'avatar di badog1
    Data Registrazione
    19/10/07
    Località
    Briga Novarese
    Moto
    Senza moto - 16 ottobre '13
    Messaggi
    5,523
    complimenti le hai passate tutte e ben pochi se la saprebbero cavare.
    Io per primo a vedere le foto con la neve mi pigliava male
    Fabrizio
    240 - "PRIMO E BENVENUTO"
    Street triple bianca - 26 feb '08 primo giorno della TOPA - 06 lug '13 ultimo giorno della TOPA

Pagina 1 di 8 12345 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Pinguinos 2012 - 12,13,14 e 15 gennaio
    Di duca nel forum Eventi Nazionali e Internazionali
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29/12/2011, 22:00
  2. TCP al Metzeler Interact Challenge in Spagna: il Report
    Di Marco Manila nel forum Report degli eventi
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 05/07/2011, 08:52
  3. pinguinos 2011
    Di baffino nel forum Tiger/Sprint ST
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 07/12/2010, 08:19
  4. PINGUINOS 2011... Partiamo???
    Di duca nel forum Eventi organizzati nel Centro Italia
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 31/10/2010, 11:10
  5. [REPORT] 2009-10-25 Auto e Moto d'Epoca PADOVA 2009
    Di MrTiger nel forum Eventi Nazionali e Internazionali
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 13/11/2009, 14:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •