Link utili:  Sito TCP - Store Triumphchepassione - Regolamento del Forum - Pubblicità su TCP

Segui TCP su:

Benvenuto su Triumphchepassione, il Forum Triumph più attivo d' Italia!

Sei nuovo del Forum? LEGGI IL REGOLAMENTO e PRESENTATI in questa sezione. Non sai usare il Forum? Ecco una semplice GUIDA.


Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree6Likes
  • 4 Post By Sergio.B
  • 2 Post By Sergio.B

Discussione: Cartucce Misano XRX

  1. #1
    Nuovo TCP Rider
    Data Registrazione
    06/10/19
    Località
    BG
    Moto
    Tiger 800 xrx
    Messaggi
    21

    Cartucce Misano XRX

    Ciao a tutti,
    oggi ho fatto montare le cartucce Andreani Misano sulla mia xrx del 2017.
    Ho percorso solo i 26 km per tornare a casa, la sensazione è strana il cambiamento si nota subito, domani un giretto come primo assaggio non me lo nego.

    Inizio spiegando cosa mi ha portato alla decisione di intervenire sulle forcelle della mia xrx.
    Il mio stile di guida mi porta ad impostare le curve con la leva del freno ancora in mano, riducendo progressivamente la pressione sulla leva mentre raggiungo il centro curva, per poi lasciarla e puntare il gas fino al momento in cui vedo l'uscita e di conseguenza posso acellerare.
    Il problema l'avevo a centro curva quando mollavo la leva e puntavo il gas.
    La forcella andava violentemente in estensione, di conseguenza il mono andava di colpo in compressione, scaricando bruscsmente la ruota anteriore che perdeva direzionalità allargando la traiettoria impostata. Io mi irrigidivo e la moto si raddrizzava e andava dritta.
    Non avendo la possibilità d' intervenire sul ritorno della forcella ho aumentato al massimo il precarico del mono per evitare che la moto si sieda riducendo l'alleggerimento della ruota anteriore.
    La regolazione ha migliorato notevolmente il problema dandomi più confidenza.
    Il fatto d'avere il mono col precarico al massimo guidando da solo nel momento in cui viaggiavamo in due, e ancor di più se carichi, si ritorna al punto di partenza.

    Dopo aver letto on line varie esperienze e soluzioni mi sono rivolto ad un professionista spiegandogli il problema per avere un suo punto di vista e di conseguenza una soluzione.
    Secondo la sua esperienza la cosa migliore sarebbe intervenire simultaneamente su forcella e mono.
    La mia sarebbe la terza Tiger800 su cui interviene.
    Per motivi di dinero l'intervento completo è fuori discussione cartucce Andreani e mono Ohlins da lui proposti arrivano a costare oltre 1300€, assolutamente fuori dalle mie possibilità.
    Come primo step ho deciso per le cartucce, idea che già mi ero fatto, se proprio il mono va troppo in crisi ripiego sulla sostituzione della sola molla con una più rigida per 150€ in modo da impostare un precario medio quando viaggio solo e poterlo aumentare in base al carico.
    L' Ohlins per ora solo nei sogni.

    Oggi ho fatto il primo giro di circa 240 km il classico giro del lago di Como per chi come me vive in Lombardia.
    Fin da subito mi rendo conto che la moto è molto secca sulle imperfezioni dell'asfalto di conseguenza dopo circa 20 km mi fermo e con una chiave del 17 scarico il precario delle forcelle di 1/2 giro.
    Con questa modifica la guida ed il confort sono migliorati sensibilmente e continuo un altro centinaio di km.
    Col passare dei km noto come il mono nei tratti di strada più rovinati sia secco nella risposta arrivando ad essere fastidioso per la schiena.
    In una successiva fermata ho scaricato il precarico del mono di 5 giri.
    Un' altro step verso la perfezione è stato fatto.
    Con questa configurazione ho terminato il mio giretto.
    Sono convinto che posso ancora ridurre il precarico del mono, farò altri aggiustamenti nelle prossime uscite.

    Cosa è cambiato nella guida?
    In frenata la moto è molto più stabile con un affondamento della forcella minore, meno repentino e più progressivo.
    Si sente lavorare la sospensione al variare della pressione sulla leva.
    È molto più facile e intuitivo effettuare piccole correzioni di traiettoria, sembra non soffrire più della chiusura dello sterzo nelle curve più lente come nelle rotonde, in queste situazioni sentivo propio come il manubrio andava a far pressione sul palmo della mano del lato della curva, inoltre digerisce molto meglio tutti quei difetti longitudinali dell' asfalto che creano il bruttissimo effetto binario.
    Nei curvoni in appoggio è molto più stabile e precisa non soffrendo soprattutto le giunzioni dei ponti per capirci quelle che si trovano arrivando a Lecco da Mandello del Lario o lungo i ponti di Sedrina risalendo la val Brembana.
    Senza dubbio avrete capito che sono molto soddisfatto del risultato ottenuto.
    Spero sia chiaro a tutti che quello che ho scritto rispecchia le mie senzazioni assolutamente personali basate sul mio stile e sul mio ritmo di guida.
    Non è mia intenzione instigare nessuno a fare inteventi alle proprie moto.
    Ultima modifica di Sergio.B; 11/01/2020 alle 18:06 Motivo: Unione Post Automatica

  2. # ADS
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    TCP Rider L'avatar di Tiger_Riccio
    Data Registrazione
    13/01/11
    Località
    Ravenna
    Moto
    Tiger 800XC Ducati 748 Nevada750 DR650RS ex Z750 TTR600 CBR900 Beta RR400 Tiger 1050
    Messaggi
    2,748
    Io ho una XC del 2011, la ciclistica mi piace molto, ho riscontrato come unico neo la "scattosità" della forcella, risolvibile con il kit alta scorrevolezza che vende bitubo. Per curiosità, che moto avevi prima? Ti chiedo questo perchè io vengo da una Tiger 1050 con cartucce e mono ohlins, quando sono passato a questa nella mia testa mi dicevo "sicuro farà schifo, tutta originale" invece mi sono sentito quasi subito a mio agio. Ovviamente non tengo più il ritmo che tenevo prima, sopratutto perchè con l'anteriore 90/90-21 mi fido meno che col 120/70-17.
    Il 98% delle persone è più veloce e più soddisfatta su una moto meno potente ma impostata nel modo giusto. Riflettete su questo quando decidete di spendere soldi sulla vostra moto.

  4. #3
    Nuovo TCP Rider
    Data Registrazione
    06/10/19
    Località
    BG
    Moto
    Tiger 800 xrx
    Messaggi
    21
    Sono risalito in sella a una moto vera dopo circa 20 anni le mie moto precedenti sono state negli anni 90 Yamaha Super Tenerè 750, Kawasaki Ninja 600 e un Suzuki GSX-R 600.
    Durante il ventennio d'astinenza mi sono dovuto accontentare di scadenti scooters.

  5. #4
    TCP Rider L'avatar di pier74
    Data Registrazione
    01/08/17
    Località
    Roma
    Moto
    speed triple 2012- Ducati sport1000monoposto
    Messaggi
    1,919
    Bel post, ben scritto con considerazioni coerenti, si vede che sai cosa vuoi e come ottenerlo.
    Mi sono trovato in.una.situazione simile alla.tua con la.sport monoposto che vedi in avatar.
    Anche io gestisco la prima.fase della.curva rilasciando la.leva.del.freni, mettendo poi in.tiro la.catena e solo.dopo.aprendo.il.gas.
    Su quella.moto non.ho.la.forcella regolabile e lamentavo anche io la.tendenza.ad allargare da meta'curva in poi e la.swntivo rigida sulle buche.
    La.soluzione del.sospensionista a cui avevo riferito le.mie sensazioni ( dicevo che la.forcella si estendeva troppo velocemente) e' stata di aumentare il.precarico e sfrenare l'estensione del mono.
    Gli effetti sono stati due , la moto un po'piu'carica davanti ma.soprattutto piu' veloce a revuperare la.geometria corretta grazie alla maggiore velocita' del mono in estensione..pensavo.di avere una moto con una risposta ancora piu' secca sulle buche invece sembrava piu'morbida, non.avvertivo tanto il maghiore sostegno.dato.dalla.precarica quanto il.fatto che essendo veloce a riestendersi non.rimaneva compresso ed era in grado di.assorbire le asperita' mentre precedentemente presa la.prima.buca non era.in.grado.di assorbire.la.seconda...
    Hai tolto.5.giri.di precarico , sono.circa 70kg di forza in meno per comprimerlo ed hai conseguentemente una molla.che fatica a riestendersi se non hai tolto freno in estensione..
    Piu' che togliere ancora precarico farei dellw.prove su strada liscia per verificare che tu non lo.stia mandando a pacco
    Se hai quel modo.di.entrare in curva vuol dire che hai una guida sportiva, altrimenti non.avresti la.velocita' per frenare fin.dentro la.curva...metti.una.fascetta da elettricista sullo.stelo.del mono e controlla di non mandarlo a pacco su strada liscia, magari ti conviene lavorare piu' sull'idraulica che sulla molla...

  6. #5
    Nuovo TCP Rider
    Data Registrazione
    06/10/19
    Località
    BG
    Moto
    Tiger 800 xrx
    Messaggi
    21
    Ciao Pier74
    Grazie per aver apprezzato il post-
    Ho letto con attenzione quello che hai scritto e sono interessato ad approfondire il fatto dei 5 giri equivalenti a 70 kg di forza,
    che formula usi per quantificare quanti kg corrispondono ad ogni giro? Conosci per caso la resistenza in Nm della molla ed i mm di compressione equivalenti ad ogni giro?
    Purtroppo il tuo consiglio di intervenire sull' idraulica in estensione del mono non è fattibile, il mono del mio Tiger800 è regolabile solo in precarico su 30 livelli, -30 click precarico minino, 0 precarico massimo ora sono a -5 da tutto chiuso.
    Secondo il manuale Triumph con solo pilota il precarico dovrebbe essere impostato a -30.

  7. #6
    TCP Rider L'avatar di pier74
    Data Registrazione
    01/08/17
    Località
    Roma
    Moto
    speed triple 2012- Ducati sport1000monoposto
    Messaggi
    1,919
    Ciao Sergio, ho scritto circa 70kg perche' molto probabilmente se hai un mono originale la molla e' per un pilota medio e va bene per un peso pilota compreso tra 70 e 90 kg come quella del mono originale della mia speed e dell'aftermarket che ho montato, su queste molle un giro di precarico equivale ad una compressione di 1,5mm quindi avresti compresso la molla di 7,5 mm ed un mm equivale a 10kg, se avessi la speed come la mia avrei scritto 75kg, ma visto che non so quale molla monti e non posso sapere con certezza quanti kg effetivamente esprima quel precarico ho scritto circa 70kg, perche' sei sicuramente in un range tra 60 e 80 kg, controlla con una fascetta se vai a pacco su asfalto liscio, le buche possono mandare comunque a pacco una sospensione, se indurisci per non andare mai a pacco nemmeno sulle buche avrai un assetto troppo rigido, fai attenzione, oltre a come chiude le curve,alla trazione quando riprendi il gas in mano, diminuire tanto i trasfermenti di carico fa scaldare meno e lavorare peggio I pneumatici, specie in inverno con asfalto freddo ed umido potrebbe essere meglio non esagerare, anche perche' normalmente con freddo e bagnato si va piu' piano ed I trasferimenti di carico aumentano il grip.
    Prima di aumentare il precarico aspetta asfalti asciutti e caldi quando potrai accelerare e frenare forte e generare comunque I trasferimenti di carico necessari.
    Scusa se ho detto cose che,visto come hai scritto il post, probabilmente gia'sai
    Ultima modifica di pier74; 15/01/2020 alle 18:43

  8. #7
    Nuovo TCP Rider
    Data Registrazione
    06/10/19
    Località
    BG
    Moto
    Tiger 800 xrx
    Messaggi
    21
    Ottimo indizio quello della molla e della compressione per ogni giro di regolatore cercherò le caratteristiche specifiche della molla che monto spero di trovare qualcosa on line.
    Ok per la fascietta di controllo
    Per il consiglio di non esagerare col precarico stò andando giusto nella direzione contraria lo stò pregressivamente diminuendo cercando l'equilibro a me più adatto.

    Oggi ho percorso 179 km diminuendo il precarico del mono di altri 5 giri che equivalgono a 10 click, che aggiunti ai 5 giri dell'altra volta sono a -20 click da tutto chiuso dei 30 disponibili.
    Il percorso di oggi è estremamente diverso rispetto al giro del lago di Como.
    Questo si snoda in provincia di Bergamo su strette e tortuose strade provinciali con curve e tornanti di differente raggio, condizione dell'asfalto e visto il periodo continui cambi tra asciutto,umido,bagnato e qualche tratto che sberluccicava a ghiaccetto.
    Considerando che ho tardato poco più di 4 ore di guida ininterrotta posso dirmi molto soddisfatto sia del confort che dell'equilibrio trovato con una velocità media molto bassa di soli 42,6 km/h per ora è la percorrenza più lunga senza scendere dalla moto da quando sono tornato in sella.

    Questo è l'itinerario che ho seguito oggi, se siete curiosi mettetelo nel navigore o su maps e fi farete un'idea:
    Brembate,Cisano Bergamasco,Torre de Busi,Valsecca,Val Brembilla,Sant'Antonio Abbandonato,Zogno,Amora,Gaverina Terme e Casazza per poi tornare al punto di partenza seguendo strade più veloci per rientrare prima del tramonto.
    Ultima modifica di Sergio.B; 16/01/2020 alle 16:45 Motivo: Unione Post Automatica
    leorus and pier74 like this.

Discussioni Simili

  1. cartucce extremeshox
    Di aigorlozio nel forum Tiger 800/800 XC
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 07/12/2013, 09:38
  2. [Tiger] Cartucce pressurizzate ex E.T.
    Di pippo167 nel forum Tiger/Sprint ST
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 20/11/2013, 15:59
  3. Cartucce per sospensioni
    Di northsam nel forum Tiger 800/800 XC
    Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 15/07/2013, 15:55
  4. Cartucce R su steli N?
    Di DJ D-Powa nel forum Street Triple
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 02/11/2011, 17:29
  5. cartucce per forcella
    Di kinkas nel forum Problemi e consigli tecnici generici
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 04/08/2011, 12:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •